Escursioni e itinerari a Mezzoldo in Valle Brembana

Alpinismo: Cascate del Pedena
Domenica 30 siamo andati a salire la Cascata del Pedena, ben nota e famosa tra i cascatisti, e al momento forse l’unica in condizioni da poter essere salita in tutte le Orobie Occidentali. Partiti alle 7:30 dal parcheggio sulla strada del Passo San Marco presso l’Alpe Pedena a quota circa 1500, che abbiamo raggiunto da Albaredo San Marco con auto dotata di gomme da neve (placche di ghiaccio presenti da quota 1300 circa in su lungo la strada), dopo 20 minuti siamo alla base della cascata, che si presenta bella compatta ma con il settore sinistro dotato di molti candelotti dall’apparenza poco stabile sospesi all’apice della cascata.

Tramonto dal Rif.Balicco – Mezzoldo, Valle Brembana, Alpi Orobie
Riprendo questo bel video di Gino per aggiungere alcune immagini statiche della passeggiata col tramonto che agli amatori della fotografia tradizionale come me potranno gustare con i tempi desiderati. Talune compaiono già nel video altre non erano “sufficientemente” pronte per la pubblicazione.

Madonna Delle Nevi, Sentiero Casere, Zamboni, Segade
da Madonna Delle Nevi sentiero delle casere Bivacco Zamboni, Rifugio Balicco, Pizzo Segade.

Via Il Camoscio – Parete Nord-Nord-Ovest Monte Fioraro, 2.431 m
Avvicinamento: raggiunta l’alta conca della val Pedena, ci si porta alla base della parete in corrispondenza della verticale della spalla ovest sulla cresta NO del Fioraro, circa 100 m a destra (O) di quel marcato canalino che incide obliquamente la parete N del Fioraro da sinistra a destra, sboccando sulla cresta NO tra la spalla e la vetta. L’attacco si trova a quota circa 2260 m, in corrispondenza di un breve saltino roccioso che sbarra l’accesso ad un aperto pendio canale adducente ad un salto verticale di rocce rotte.

Un Fioraro diverso: viaggio in splendide terre valtellinesi
Giretto che mi ha portato sul Fioraro con un tragitto molto valtellinese: da San Simone mi sono infatti portato al Passo di Lemma, per poi percorrere le splendide conche che in successione costellano la testata delle vallate di Tartano, restando costantemente oltre i 2000 metri. Ho scoperto posti che mai avrei immaginato così belli, sono rimasto ammutolito quando davanti agli occhi mi si è aperta all’improvviso la meravigliosa conca che ospita il Pizzo del Vento, da lì poi avevo programmato di scendere al Rifugio Balicco, mia meta originaria: ma vista la giornata meravigliosa mi sono lasciato tentare dall’ancora piuttosto lontano Fioraro, che ho infine risalito dal tutt’altro che facile versante nord….

La vallata imbiancata di Madonna delle Nevi
Repentino calo delle temperature durante la notte con quota neve dai 1000 m, quale miglior occasione per riprendere la vallata di Madonna delle Nevi sotto una bella nevicata!!!……

Da San Marco alla Gambetta
Dal sentiero classico sul costone della Gambetta, innevato, circa 20 cm di neve ventata. Il Rifugio San Marco 2000 resta aperto, la strada e’ pulita fino al rifugio e si sale senza problemi…….

Mezzoldo, sulla strada per il Passo San Marco
Questa non è stata una semplice escursione, ma un viaggio nella storia e nel tempo: la moderna tecnologia di un treno mi ha portato a Morbegno, poi le gambe e la testa si sono incamminate sulla storica Via Priula per giungere fino a Mezzoldo, volevo fortemente assaporare dal vivo il lato valtellinese di questo importantissimo antico tracciato. E’ stato un viaggio lungo, dove sono sfilati davanti agli occhi angoli inaspettati e paesaggi bellissimi, Morbegno e Albaredo per San Marco sono state una sorpresa: anche dove si è costretti a camminare su tratti rimaneggiati a sterrata si percepisce nettamente di trovarsi al cospetto di un tracciato di grandissima importanza storica, che ho trovato ben valorizzato e dotato di ottima segnaletica……

La Priula di Alvise: in viaggio tra Morbegno e Mezzoldo
Mezzoldo (Mezóld in dialetto bergamasco) è un comune in Alta Val Brembana di 166 abitanti della provincia di Bergamo a 835 m s.l.m. Situato alla testata della Val Brembana e bagnato dal fiume Brembo si trova a circa 45 chilometri a nord-ovest del capoluogo orobico. Il comune fa parte della Comunità Montana della Valle Brembana. Piccolo borgo incastonato tra i monti, non annovera episodi di spessore nella sua storia. Storia fatta dalla quotidianità dei propri abitanti, da sempre dediti al lavoro che la natura offre. Come per molti altri borghi vicini appartenenti alla valle Averara, si pensa tuttavia i primi insediamenti stabili in questa zona siano riconducibili all’epoca delle invasioni barbariche, quando le popolazioni soggette alle scorrerie si rifugiarono in luoghi remoti, al riparo dall’impeto delle orde conquistatrici. In particolar modo si presume che siano stati gli abitanti della vicina Valsassina ad arrivare per primi (presumibilmente attorno al VI secolo), come testimoniano alcuni toponimi uguali tra le due zone. Il toponimo sembra derivare la propria origine dalla posizione in cui il borgo è posto: Mezzo alto, poi traslato in Mezzoldo indicherebbe infatti un luogo posto in alto, in mezzo ai monti circostanti…..

Ghiaccio nella Valle di Mezzoldo
La valletta che scende a fianco del Rifugio Madonna della Neve, le cascate artificiali sono ghiacciate…….

Nivo-Tour a Mezzoldo e le sue frazioni
L’alta pressione presente in Europa ha una posizione tale da favorire, lungo il bordo sudorientale, l’arrivo di un nucleo freddo proveniente dalla Russia e diretto verso la nostra regione orobica. L’ingresso dell’aria fredda e umida ha favorito precipitazioni nevose oltre i 700 m; sono scesi dai 10 ai 15 cm di neve fresca. Pubblico alcune immagini di Mezzoldo all’alba…….

Lo Spettacolo è qui… a Madonna delle Nevi (Mezzoldo)

Approfittando della momentanea schiarita di primo mattino per una ciaspolata nei dintorni di Madonna delle Nevi (1350 m s.l.m.) in un manto nevoso di circa mezzo metro….

Nelle terre di Mezzoldo: a spasso tra antiche contrade
Stavolta è Mezzoldo ad accogliermi nelle sue terre, non mi ero praticamente mai fermato a visitare il paesello: sfilando in auto verso la Madonna delle Nevi e il San Marco non si intuisce la bellezza di Mezzoldo, ma visitandolo con calma a piedi ci si imbatte in angoli davvero belli e ci si rende bene conto dell’importanza che questo borgo aveva in un passato lontano. Un’escursione alla scoperta di antiche contrade, avvalendosi di mulattiere e sentieri disegnati in prati e boschi, nella parte finale non è mancata anche qualche occhiata da vicino al Brembo: la sorpresa più emozionante è stato scoprire quel piccolo gioiellino che risponde al nome di Sparavera, il cui medioevale nucleo storico si rivela essere uno dei borghi più belli dell’alta valle, quasi commovente vedere come sia riuscito a resistere all’assalto dei piccoli condominietti moderni che lo circondano. Ecco così che dopo Averara anche Mezzoldo mi regala scorci di una Valle Brembana sorprendente e bellissima: quando storia e natura vanno a braccetto il risultato non può che essere felice..

Ciaspolando con Gusto al Monte Avaro

Cusio, Domenica 20 Gennaio 2019
ciaspolandocongusto


La partenza è possibile dalle 10.00 alle 13.00, essendo il percorso segnalato, ognuno può percorrerlo in autonomia al proprio passo. Per agevolare le iscrizioni, sono state stabilite due fasce orarie, la prima dalle 10.00 alle 11.00 e la seconda dopo le 11.30. Ciaspolando con Gusto è una ciaspolata gastronomica tra le baite d’alpeggio dei Piani dell’Avaro che si svolge su un percorso semplice e adatto a tutti, anche ai bambini e a chi non ha mai messo le ciaspole, è di circa 4 km tra le distese dei Piani dell’Avaro, essendo ben segnalato e senza pericoli verrà svolto in autonomia. Durante la ciaspolata si incontreranno una decina di tappe in cui i produttori locali faranno assaggiare le loro specialità. Le degustazioni, che cominceranno con una piccola colazione per per poi proseguire con salumi nostrani, formaggi locali, polenta dolci artigianali e si concluderà poi con un amaro, sarà quindi l’occasione per fare un pranzo itinerante sulla neve. Tutti gli assaggi saranno inclusi nel pass che si acquisterà all’inizio del percorso, presso il nostro Infopoint, da lì poi inizierà il giro ad anello di Ciaspolando con Gusto.

Per l’iscrizione è necessario compilare il modulo che trovate sul nostro sito www.kairosemotion.it, per i gruppi superiori a 10 persone è necessario contattarci al 333.2858655 o a kairos.emotion@gmail.com – Le ciaspole che verranno prenotate dovranno essere pagate anche se non vengono ritirate a meno che venga annullata la prenotazione in anticipo. Adulti 23 €; Ragazzi (6-15 anni) 15 €; Bambini (fino a 5 anni) Gratis. Noleggio Ciaspole 5 €, (bastoncini non inclusi); per i bambini fino a 5 anni l’utilizzo delle ciaspole è sconsigliato anche se il percorso è praticabile. La prenotazione è obbligatoria, le iscrizioni chiuderanno una volta raggiunto il numero massimo di partecipanti. Il pagamento verrà effettuato al momento della partenza presso il nostro Infopoint ai Piani dell’Avaro il giorno della Ciaspolata.

Cena del Maiale- Le Donne di Montagna di Ornica

Ornica- Cena del Maiale

Le Donne di Montagna di Ornica propongono la cena del maiale dalle ore 19.00.
Tradizionale manifestazione gastronomica che conclude la serie delle feste locali che riportano alle antiche usanze. Per collegarci al passato, sappiamo che in ogni nostra famiglia era ben radicata l’abitudine di allevare almeno un maiale ogni anno. Questo comportava un lavoro e un sacrificio non indifferenti, date le scarse possibilità di reperire il cibo affinché il maiale raggiungesse un peso ragguardevole. In genere si era soliti “fare la festa al maiale” nelle vicinanze del Natale.
La Cena si svolge nella tensostruttura al coperto a base di piatti tipici del maiale nella tradizione contadina.
Antipasti: con salame e pancetta nostrana e formaggi tipici dell’Alta Valle Brembana
Primo: trippa o pasta fresca con salsiccia
Secondo: verzata con cotechini, costine e polenta di antiche varietà di Mais Orobico
Dolci: torte casalinghe.
E’ gradita la prenotazione: 345.4108538.

CioccolanDossena

CioccolanDossena


Domenica 25 novembre
, dalle ore 10.00 alle 18.00, sul sagrato della chiesa di Dossena si potranno visitare gli stand delle pasticcerie e delle diverse caffetterie della Valle Brembana e non solo. Grazie ad esse si potranno assaggiare le più svariate e golose tentazioni in tema di cioccolato. La manifestazione sarà accompagnata anche dai mercatini di Natale, già aperti dalle 10.
La festa del cioccolato, invece, inizierà nel pomeriggio dalle ore 14 con cioccolatini, bicchierini di cioccolata, oggetti e creme al cioccolato e molto altro ancora. Sarà presente anche uno scultore di cioccolato che realizzerà una scultura in giornata. L’evento sarà animato da laboratori per bambini, fontane di cioccolato e da tanti giochi a base di cioccolato. Non mancheranno bancarelle con prodotti tipici dove poter acquistare prodotti all’insegna della genuina bontà.

Sede evento: Dossena, vie del paese (sagrato della chiesa e altre zone)
contatti: TELEFONO 0345-49443 – Email: infopointdossena@gmail.com

Un Avaro di Vino

un avaro di vino

Giovedi’ 1 Novembre al Monte Avaro si organizza la manifestazione:
Un Avaro di Vino. Passeggiata tra le Baite d’alpeggio degustando ottimi vini abbinati a gustosi prodotti locali. In casi di maltempo l’evento verrà rinviato a Domenica 4 Novembre 2018. Per partecipare è necessaria la prenotazione: 333.2858655. Sette baite per sette produttori di vino bergamasco. È quanto offrono i Piani dell’Avaro, nel comune di Cusio in Alta Val Brembana. L’iniziativa è organizzata da Kairos Brembo Emotion – società costituita da giovani con l’obiettivo di animare il territorio e valorizzarne le risorse turistiche, culturali e naturalistiche. È un percorso enogastronomico che permette di godere della montagna fra i colori dell’autunno e gli splendidi panorami, assaporando vini, piatti e prodotti tipici. In ogni baita sarà presente un viticoltore che presenterà un proprio vino e lo farà degustare in un abbinamento ad hoc con un piatto locale.

Festa d’Autunno a Branzi

festa autunno branzi

27-10-2018 – Branzi – Festa d’Autunno
E’ stagione di Castagne anche a Branzi, nel piccolo paesino dell’alta Valle Brembana la Pro Loco di Branzi come da tradizione ripropone la Festa d’Autunno, per tutto il giorno in Piazza Vittorio Emanuele, menù specifici presso i ristoranti convenzionati, show cooking in piazza, castagne, vin brulè, musiche e canti popolari.

Sagra della Mela Brembana

sagra della mela brembana

Le Mele della Val Brembana sono assolutamente e semplicemente buone.
Per valorizzare questa eccellenza si tiene ogni anno ad ottobre a Piazza Brembana (BG) la “Sagra della Mela e dei prodotti tipici della Valle Brembana”. Per il 2018 la Sagra è programmata per sabato 20 e domenica 21 ottobre.

L’Associazione Frutticoltori Agricoltori della Valle Brembana (AFAVB) in collaborazione con gli enti territoriali e di promozione locale, propone una stretta sinergia per unire all’enogastronomia la valorizzazione della Valle. Una due giorni dedicata alle mele, con degustazione di prodotti, mostre, concorsi, convegni e vendita diretta di prodotti gastronomici e d’artigianato locale.